Mani piene di martelli

Mani piene di martelli

Il nostro iberniano Hoard

Era la fine di ottobre ed ero fuori con il mio a cercare dei pascoli vicino alla costa nordirlandese Nokta Makro Anfibio, accompagnato dal mio buon amico Michael Gwynne. Ci era stato chiesto dal proprietario terriero di perquisire la zona alla ricerca di una fede nuziale perduta. Avevamo dato una ricerca approfondita alla posizione sospetta, ma non abbiamo avuto successo, a parte aver trovato un bel po 'di ferri di cavallo e pezzi di spazzatura. Dato che si stava facendo tardi nel pomeriggio abbiamo finalmente deciso di farla finita, tuttavia, mentre tornavamo indietro ho ricevuto un segnale davvero buono che si stava registrando a 72. Nonostante pensassi fosse quasi sicuramente un altro ferro di cavallo, ho iniziato a scavare. Quando ero giù di pochi centimetri ho deciso di usare il mio spillopointer per cercare di individuare la posizione di destinazione. Spostando il terreno soffice da un lato ho poi notato il luccichio d'argento, che si è rivelato essere tre monete martellate! Ero davvero emozionato come, dopo aver estratto le monete, lo spillopointer indicava che c'era ancora un bersaglio nel terreno. Sapevo solo che questo segnale proveniva da altre monete e che finalmente avevo trovato un file hoard.

Molte più monete

Rimuovendo un po 'di terra ho potuto vedere chiaramente molte più monete, alcune impilate sui lati, altre distese. È stato assolutamente incredibile e stavo quasi piangendo per l'emozione nel vederli tutti, e sì, ho fatto un tipo di danza celebrativo, infatti ne sto ancora facendo uno! Le ultime monete sono state rimosse da una profondità di circa 18 pollici e un conteggio in loco ha rivelato che il hoard il totale era 84, composto principalmente da sixpences, scellini e poche mezze corone. Alcuni esempi degli scellini mostravano chiare prove di essere stati tagliati e molti erano in condizioni superbe. Un breve esame ha mostrato che tra questi c'erano alcuni rari numeri di Edoardo VI e Carlo I. Un aspetto insolito del hoard era la presenza di una moneta molto grande che crediamo essere un tallero bavarese. Tutte le monete sono attualmente in possesso dell'Ulster Museum dove verranno esaminate e catalogate. Non appena avremo maggiori dettagli, forniremo ai lettori della rivista Treasure Hunting un aggiornamento.

Lascia un Commento

Nota: I commenti sul sito web riflettono le opinioni dei loro autori.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono firmati con *